Federfarma GISCoRAl fine di promuovere la realizzazione di campagne di educazione sanitaria per la prevenzione del tumore del colon retto e di screening per la diagnosi precoce da effettuare tramite le farmacie, Federfarma ha sottoscritto un protocollo di intesa con il GISCoR (Gruppo Italiano Screening Colorettale), associazione scientifica multi-professionale e multidisciplinare. «Con tale accordo – spiega il sindacato dei titolari di farmacia – le due associazioni firmatarie si impegnano, ciascuna nell’ambito del proprio ruolo, a promuovere iniziative congiunte nei confronti delle Istituzioni nazionali e regionali, per far sì che vengano adottate misure idonee a garantire uno screening effettuato secondo gli standard di qualità e in maniera omogenea sul territorio. Si impegnano, tra l’altro, a sostenere, in un contesto di educazione sanitaria, la distribuzione delle preparazioni utilizzate per la sigmoidoscopia e dei kit per la ricerca del sangue occulto in collaborazione con le ASL». Federfarma e GISCoR hanno sottolineato in particolare che «la prevalenza standardizzata per età, cioè al netto dell’effetto di invecchiamento demografico, per i tumori colorettali è stimata in crescita in tutte le aree geografiche italiane per entrambi i generi. Con uno screening efficace ed efficiente, basato sulla ricerca del sangue occulto fecale, o sulla sigmoidoscopia, il carcinoma del colon retto può essere diagnosticato allo stato iniziale o, addirittura, possono essere individuati e trattati i suoi precursori (adenomi)». È per questo che le due sigle hanno affermato di voler «predisporre un documento, redatto congiuntamente, atto a dimostrare l’efficacia e l’economicità della prevenzione effettuata tramite le farmacie, anche in vista del rinnovo della convenzione farmaceutica nazionale». Federfarma ha sottolineato infine che «anche tale accordo, con le iniziative di educazione sanitaria e di screening che ne deriveranno successivamente sul territorio, rientra nell’ottica di una farmacia sempre più al servizio della popolazione e della salute collettiva, strettamente collegata con il Servizio sanitario nazionale, per una assistenza sanitaria efficace e un utilizzo razionale delle risorse economiche, pubbliche e private».

© Riproduzione riservata