farbancaarbanNon solo Banca Ifis, non solo il gruppo finanziario con sede a Londra Blue Skye e non solo quello americano guidato da Bob Diamond, Atlas. In lizza per una possibile acquisizione di quella che viene considerata la “banca dei farmacisti”, Farbanca, c’è anche Creval. A riferirlo è il quotidiano Il Sole 24 Ore, che cita «indiscrezioni» secondo le quali anche l’istituto valtellinese avrebbe avanzato un’offerta, che sarebbe stata presentata entro la scadenza fissata a venerdì 22 settembre. Secondo il giornale economico, in ogni caso, ad essere favorito «potrebbe essere un soggetto strategico rispetto a un fondo di private equity: non soltanto per le sinergie, più rilevanti rispetto a quelle che potrebbero mettere in atto i fondi» ma anche per via dell’orientamento manifestato da parte di Banca d’Italia, «che sarebbe più favorevole a un’acquisizione da parte di una banca rispetto a quella di un player solo finanziario». Detto ciò, tuttavia, per quanto riguarda la posizione di Creval «c’è da dire che l’offerta arrivata venerdì scorso sarebbe soggetta ad alcune condizioni, a differenza delle proposte arrivate dagli altri concorrenti». Il Sole 24 Ore ricorda poi che «al lavoro su Farbanca sono i commissari, assistiti da Mediobanca, che hanno ricevuto il compito di cedere attività del valore di 1,5 miliardi (fra le quali c’è anche Banca intermobiliare) dopo la cessione di Popolare di Vicenza e di Veneto Banca a Intesa Sanpaolo. Fino all’operazione di salvataggio delle venete, Farbanca faceva capo alla capogruppo Banca Popolare di Vicenza (che ne controllava il 70,77% del capitale), ma erano iscritti al libro dei soci anche circa 450 piccoli azionisti, prevalentemente farmacisti. La base di partenza per le offerte partirebbe dal “book value” del gruppo». Ovvero «60 milioni di euro ai quali dovranno essere aggiunti i capitali necessari a rifinanziare le linee attualmente esistenti».
Il giornalista Carlo Festa, sul proprio blog The Insider, ha sottolineato infine il fatto che Banca Ifis «punta all’espansione nel mondo della sanità: ha infatti lanciato ormai da alcuni anni Banca Ifis Pharma ed è di recente entrata nel settore con la business unit Farmacie».

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI
FarmaciaVirtuale.it è un giornale online - registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 - concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista.  Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.