elezioni-2018-farmacistiSono tre i farmacisti che sono stati eletti il 4 marzo 2018 nei collegi uninominali. Tra di loro, spicca il nome di Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani e nella scorsa legislatura già senatore di Forza Italia. Stavolta, il dirigente si è presentato però alla Camera, nel collegio Lombardia 1 – 05 – Monza, nel quale ha ottenuto 64.188 voti, pari al 43,2%. A garantirgli l’elezione sono stati la Lega Nord con il 23,47%, Forza Italia con il 14,92%, Fratelli d’Italia con il 3,69% e Noi con l’Italia – UDC con l‘1,11%. Ha battuto in questo modo il candidato del centro-sinistra Pietro Lorenzo Virtuani, che si è fermato al 29,5% e quella del Movimento 5 Stelle Marta De Poli Luz, che non ha superato il 20,7%. Mandelli si appresta dunque a proseguire nel suo impegno da parlamentare per un’altra legislatura. Il secondo farmacista eletto è Roberto Bagnasco, che ha vinto nel collegio uninominale Liguria 05 – Genova-Rapallo (anch’egli alla Camera), raggiungendo il 41,5% dei voti (pari a 68.491). In questo caso al secondo posto si è classificata la candidata grillina Rossana Cuneo, che con il 25,68% ha sopravanzato di poco Rosaria Augello del centro-sinistra. Infine, in Sicilia, nel collegio Sicilia 1 – 06 Monreale, è stato eletto Giuseppe Chiazzese (ancora una volta a Montecitorio), che si presentava con il Movimento 5 Stelle. A lui sono andati 70.112 voti, pari al 46,81%. In questo modo ha potuto superare il candidato del centro-destra Francesco Saverio Romano, che si è fermato al 37,9%. Molto più indietro il centro-sinistra, il cui candidato Salvatore Lo Giudice ha raccolto il 9,25%. Va detto che il nuovo sistema elettorale prevede l’assegnazione di una quota di parlamentari anche attraverso il sistema proporzionale e plurinominale. Secondo quanto riferito da Federfarma, grazie a questo meccanismo sono stati eletti alla Camera anche Marcello Gemmato, che si era candidato per la lista Fratelli d’Italia in Puglia, e Carlo Piastra, che si era presentato nel Collegio plurinominale Modena-Ferrara, Emilia Romagna 2 per la Lega Nord.

© Riproduzione riservata