ddl concorrenzaIl disegno di legge sulla Concorrenza, da mesi ormai “arenato” tra la commissione Industria del Senato e l’Aula, dovrebbe essere finalmente posto al vaglio di Palazzo Madama nei giorni successivi alle festività di Pasqua. Il Sole 24 Ore ha raggiunto uno dei due relatori del provvedimento, Salvatore Tomaselli (Partito democratico) per fare il punto della situazione. In una video-intervista il senatore ha confermato che l’intenzione di governo e maggioranza è quella di far arrivare in Aula un maxi-emendamento che recepisca il testo licenziato dalla commissione, con l’aggiunta delle norma cosiddetta “anti-scorrerie”: «C’è un accordo che io considero ormai definitivo. Il governo reputa utile mettere in sicurezza le imprese italiane con l’aggiunta della regola sulle scalate». Più in generale, rispetto ai contenuti presenti nel Ddl Concorrenza, Tomaselli ha ribadito che «si tratta di un provvedimento utile al mercato, alla concorrenza e ai consumatori. Il Ddl permette di introdurre elementi di maggiore dinamismo in alcuni settori come quelli delle assicurazioni, dell’energia e delle professioni. Se un errore è stato fatto, essendo la prima legge sulla Concorrenza, è stato probabilmente all’inizio, due anni fa, quando si è immaginato di andare a toccare troppe questioni e troppi settori. Parliamo di un tema del quale si è fatto carico il governo, così come il Parlamento: è per questo che la prossima legge, già annunciata dall’esecutivo, sarà di certo più snella e quindi più mirata su singole tematiche». I prossimi Ddl, dunque, potrebbero rappresentare non più delle norme “omnibus” bensì degli “aggiustamenti” che andrebbero via via a puntellare le questioni giudicate più importanti da governo e parlamento. Il che dovrebbe consentire di approvare i provvedimenti in tempi ragionevoli. Il disegno di legge attuale, infatti, è al vaglio delle due Camere da ormai due anni, e ancora manca un passaggio a Montecitorio (dopo quello al Senato) affinché possa entrare finalmente in vigore.
Nel pomeriggio dell’11 aprile si apprende che, a termine della riunione dei capigruppo del Senato – come riferito dall’agenzia “Il Sole 24 Ore Radiocor Plus” – il Ddl concorrenza “approderà in Aula giovedì 20 aprile. Lo ha deciso la Conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama, come riferito al termine della riunione. L’esame del Ddl sulla concorrenza proseguirà’ poi nelle giornate di mercoledi’ 26 e giovedi’ 27 aprile. Lo ha riferito in Aula, illustrando le decisioni dei Capigruppo, il presidente del Senato Pietro Grasso.”

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI

FarmaciaVirtuale.it è un giornale online – registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 – concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista. 
Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.