federfarma caserta«In riferimento alla lettera a firma del dott. Vincenzo De Lucia pubblicata da FarmaciaVirtuale.it, avente ad oggetto la presunta situazione di incompatibilità del dott. Marco Cossolo rispetto alla sua candidatura alla presidenza di Federfarma nazionale, Federfarma Caserta nella persona del presidente dott. Umberto d’Alia prende le distanze dalle predette dichiarazioni, peraltro non veritiere, auspicando che invece la competizione elettorale si svolga in un clima di sana e dialettica, di rispetto interpersonale e di confronto sui programmi, i quali devono essere aderenti alle effettive esigenze del mondo della farmacia». d’Alia è così intervenuto nel botta e risposta che aveva visto protagonista Cossolo e l’ex presidente del sindacato provinciale campano, con il secondo che aveva adombrato dubbi sull’opportunità della candidatura del primo. Cossolo aveva quindi risposto con una lettera inviata alla nostra testata, nella quale spiega le proprie ragioni, sottolineando che gli incarichi ricoperti in alcune aziende non risultano incompatibili con la propria partecipazione alla competizione elettorale. «Tengo a chiarire – ha affermato Cossolo – che sono stato il promotore del “Regolamento sul conflitto di interessi” approvato dall’Assemblea di Federfarma e che, proprio sulla base dei valori che detto Regolamento è destinato a tutelare, ho da sempre improntato la mia azione politica e, più di recente, costruito il mio programma elettorale». Il farmacista aveva quindi diffidato dal «perseverare in tali condotte diffamatorie», e ha auspicato «che la disputa elettorale venga condotta esclusivamente sui contenuti dei programmi elaborati dai singoli candidati e non utilizzando svilenti pratiche diffamatorie, che non mi appartengono e che mi rifiuto di adottare».
Sulla stessa linea d’Alia, secondo il quale «sarebbe oltremodo opportuno che il dott. De Lucia si esimesse dall’esprimere le proprie opinioni, senza coinvolgere il nostro sindacato provinciale che è impegnato in un lavoro costruttivo, tendente all’unione e non alla discordanza, e ben predisposto nei confronti di chi si propone con elementi e programmi innovativi».

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI
FarmaciaVirtuale.it è un giornale online - registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 - concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista.  Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.

1 commento

  1. Mi dispiace molto che il collega D’Alia abbia avvertito la necessità di prendere le distanze dalle mie dichiarazioni.Credo non ce ne fosse bisogno dal momento che,come é riportato nella lettera, le ho espresse in piena autonomia come semplice iscritto alla Federfarma.Prendo atto che lui non é d’accordo e ne rispetto la posizione,cosi come dovrebbe essere rispettata la mia.Per fortuna c’è ancora qualcuno che si documenta e cerca di assumere posizioni critiche nel solo interesse della categoria,dal momento che “io”non ho poltrone da occupare.Non ne ho titolo come tutti sanno.Mi auguro che sia ancora lontano il momento in cui si impedirà agli spiriti liberi di esprimere il proprio pensiero nel rispetto degli altri, come credo di aver fatto.Penso di aver sollevato un problema serio e molto sentito dalla categoria soprattutto nel momento in cui viene approvato il decreto sulla concorrenza.Prima di farlo mi sono documentato e ho espresso il mio pensiero ritenendo che chi si propone al vertice di una categoria si espone al giudizio di chi andrà a rappresentare.Il collega ha dato le sue spiegazione e già questo é un risultato.Anzi é stata un occasione per dare chiarimenti.Che poi queste siano esaustive non spetta a me dirlo ma agli organi preposti al controllo del rispetto delle regole. In ogni caso se il collega D’Alia vorra’ approfondire con me la problematica saro’ ben lieto di farlo perché la questione che ho sollevato non é polemica ma contenuto vero. Vincenzo De Lucia

Comments are closed.