L’istituto finanziario Credifarma ha annunciato un’operazione da 160 milioni di euro, costituita in parte da cartolarizzazioni, in parte da cessioni.

credifarmaUn importante passo in avanti è stato compiuto nella giornata del 30 giugno 2015 da Credifarma, la finanziaria di categoria alla cui testa si è da poco insediato Michele Di Iorio, presidente di Federfarma Campania e Napoli. L’istituto ha fatto infatti sapere, attraverso un comunicato, di aver concluso «la prima fase dell’operazione di cartolarizzazione dei propri crediti». Si tratta di un’operazione il cui valore è stato indicato in 107 milioni di euro. Ad essa, si aggiunge «la cessione, alle due banche socie, di un portafoglio titoli pari a 55 milioni di euro».
Credifarma ha spiegato che la decisione è stata posta in essere «con lo scopo principale di rientrare nei parametri patrimoniali previsti dalla Banca d’Italia», costituendo al contempo «un’ulteriore riserva di liquidità» per la società finanziaria. «L’operazione – prosegue la nota – permette di ridurre molto significativamente il numero di crediti non performanti senza di fatto alcun cambiamento per la clientela, in quanto la gestione dei rapporti resta sempre presso Credifarma».
L’amministratore delegato dell’istituto, Marco Alessandrini, si è detto soddisfatto dell’esito dell’operazione, spiegando che «il perfezionamento di questa operazione sancisce, di fatto, l’inizio dell’attuazione di quanto predisposto nel business plan di rilancio di Credifarma. In tal modo l’azienda potrà ribadire il proprio impegno a supporto delle farmacie italiane nei confronti delle quali si stanno definendo anche nuovi prodotti con rivisitazione del modello di servizio».
Di Iorio non ha mai nascosto le difficoltà legate al proprio incarico. Poco dopo il suo insediamento, parlando a Filodiretto aveva spiegato che «Credifarma è una società strutturalmente troppo importante per non essere valorizzata. Un centimetro alla volta, scaleremo la montagna per restituire alle farmacie le quote che spettano loro».

© Riproduzione riservata