concorso straordinario sardegnaIl Tribunale amministrativo regionale della Sardegna ha pronunciato un’ordinanza in merito a due ricorsi presentati contro la Regione, per l’annullamento «della graduatoria unica definitiva dei candidati al concorso pubblico straordinario per titoli per l’assegnazione di 90 sedi farmaceutiche disponibili per il privato esercizio». Ciò, nel primo caso «limitatamente alla posizione e al punteggio attribuito ai ricorrenti sotto il profilo della mancata attribuzione agli stessi in forma associata della maggiorazione del 40 per cento per la “ruralità” (fino al massimo ad essi spettante di 6,50 punti)»; nel secondo, «limitatamente alla posizione assegnata ai ricorrenti incidentali (13° posto con voti complessivi pari a 43,25) conseguente alla mancata attribuzione del punteggio previsto dall’art. 9 della Legge n° 261 del 1968 e quantificato in complessivi 6,50».
Per l’ennesima volta, dunque, un tribunale amministrativo viene sollecitato sulla questione del punteggio delle rurali. «I ricorrenti principali – hanno spiegato i giudici – che alla procedura hanno partecipato “in associazione”, collocandosi al 50° posto, lamentano la mancata assegnazione di una speciale maggiorazione di punteggio legata a un titolo di esperienza professionale (legato alla cosiddetta “ruralità” delle precedenti sedi occupate), il cui riconoscimento, secondo la prospettazione, avrebbe loro consentito di collocarsi al primo posto della graduatoria». Per questo, anche in riferimento al secondo ricorso presentato sulla stessa questione, il Tar ha disposto «l’instaurazione di un contraddittorio completo», dal momento che un eventuale accoglimento di uno dei ricorsi «comporterebbe la modifica della graduatoria concorsuale, incidente sugli altri concorrenti». I giudici amministrativi hanno chiesto di conseguenza alla Regione di dare pubblicità all’integrazione di tale contraddittorio e quindi, al fine di consentire l’espletamento di quest’ultimo, hanno spiegato che «si rende necessario rinviare la trattazione dell’intera causa (attualmente fissata per l’esame del ricorso principale al 5 luglio 2017) alla pubblica udienza del 4 ottobre 2017. Nel frattempo resta sospesa ogni decisione sul rito sul merito e sulle spese».
Come riferito ai propri lettori dal nostro giornale, la Regione Sardegna aveva fatto sapere di aver approvato la graduatoria definitiva del concorso per l’assegnazione di nuove sedi farmaceutiche alla fine dello scorso mese di gennaio.

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI
FarmaciaVirtuale.it è un giornale online - registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 - concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista.  Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.