Il primo trimestre del 2017 ha fatto registrare per la CompuGroup Medical una crescita dei ricavi pari al 5%, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

CompuGroup MedicalLa società CompuGroup Medical SE (CGM) ha presentato il rapporto finanziario relativo al primo trimestre dell’anno. L’azienda, uno dei principali attori globali nel settore delle soluzioni digitali per la salute, ha ottenuto ricavi pari a 142 milioni di euro, in crescita rispetto a quanto registrato nello stesso periodo del 2016 (all’epoca il dato si era fermato a 135 milioni). Il gruppo ha sottolineato come si tratti di una crescita del 5%, mentre i ricavi pre-interessi, ammortamenti, tasse e deprezzamenti (Ebitda) sono stati pari a 30 milioni: un valore influenzato da un’operazione legata alla Telematics Infrastructure. Grazie ai primi tre mesi del 2017, CGM ha potuto confermare le previsioni per la fine dell’anno in corso, ovvero un valore dei ricavi compreso tra 600 e 630 milioni di euro e un Ebitda tra 138 e 150 milioni. «Questo risultato rappresenta un buon inizio di anno per CGM – ha spiegato la stessa azienda – in particolar modo per quanto riguarda i margini centrati nel business dei programmi informatici per medici, dentisti e farmacie». Il gruppo ha anche sottolineato il buon andamento dei test effettuati per una serie di progetti in via di sviluppo in Germania, e la pubblicazione di uno studio commissionato a PwC Strategy (“eHealth Efficiency Potential”), «dal quale si evince che le possibilità legate alla eHealth sono ancora largamente inesplorate: i margini di risparmio che potrebbero essere garantiti sono particolarmente elevati». «I benefici che possono derivare dalle infrastrutture telematiche legate alla salute – ha spiegato Frank Gotthardt, amministratore delegato e presidente del board di CompuGroup Medical – sono significativi per tutti gli attori che fanno parte a vario titolo del comparto, compresi i cittadini. Lo studio di PwC ha chiaramente evidenziato tali vantaggi e il vasto potenziale legati ai prodotti e alle soluzioni che noi e altre compagnie del segmento eHealth siamo in grado di fornire».

© Riproduzione riservata

Clicca e Iscriviti alla Newsletter di FarmaciaVirtuale.it!