fdaLa Food and Drug Administration, ovvero l’organismo di vigilanza sul cibo e sui medicinali degli Stati Uniti, ha disposto una restrizione per l’uso di codeina e tramadolo per i bambini. «Si tratta – ha spiegato l’agenzia americana – di farmaci che presentano seri rischi, inclusi possibili difficoltà respiratorie se non la morte per i bambini di età inferiore ai 12 anni. Per questo i prodotti a base unicamente di codeina, nonché tutti quelli che contengono tramadolo, sono autorizzati solamente per gli adulti. È inoltre sconsigliato l’utilizzo nelle donne che allattano, a causa di possibili reazioni avverse nei lattanti». Già nel 2013 la FDA aveva imposto un primo giro di vite, ma in quel caso lo stop si era limitato all’uso di codeina nelle terapie successive ad operazioni per la rimozione di tonsille o adenoidi. «I professionisti della salute devono attenersi alle nuove indicazioni, soprattutto per i minorenni che presentano determinati fattori di rischio, come obesità, apnea notturna o altri problemi respiratori. Si consiglia inoltre a tutti i pazienti di leggere con attenzione i foglietti illustrativi dei medicinali al fine di verificare la presenza di tali principi attivi nei prodotti». Chi vigila su bambini che seguono una terapia, inoltre, «è invitato a monitorare l’eventuale insorgenza di difficoltà o di rallentamento del ritmo respiratorio, così come possibili stati di confusione o sonnolenza inusuale. Nel caso vengano riscontrati tali effetti collaterali, è necessario rivolgersi immediatamente al proprio medico, interrompere la cura o presentarsi in un pronto soccorso». Infine, la Food and Drug Administration ha chiesto ai pazienti di collaborare al fine di costituire un database di reazioni avverse, comunicando ogni effetto collaterale riscontrato al MedWatch Safety Information and Adverse Event Reporting Program, istituito dalla stessa autorità di controllo e raggiungibile online da tutti i cittadini americani.

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI

FarmaciaVirtuale.it è un giornale online – registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 – concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista. 
Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.