La FIP ha pubblicato un rapporto nel quale mette a confronto i sistemi di allerta adottati in sei Paesi per la comunicazione e il monitoraggio delle carenze di farmaci.

carenze-di-medicinali-fipUn nuovo rapporto firmato dall’International Pharmaceutical Federation (FIP) è stato pubblicato nella giornata di martedì 16 maggio 2017. Esso contiene un dossier nel quale vengono analizzati alcuni dei sistemi utilizzati in tutto il mondo per riferire i casi di carenze di medicinali. Il documento, intitolato “Reporting medicines shortages: Models and tactical options”, sottolinea come i casi di mancanza di farmaci risultino in aumento e per questo spiega che occorre supportare in tempi rapidi l’applicazione della risoluzione (“Addressing the global shortage of medicines and vaccines”) della World Health Assembly con la quale si vuole affrontare il tema, e al contempo anche quello della penuria che si riscontra (anche in alcune nazioni europee) di vaccini nelle farmacie. “La carenza di medicinali sta ponendo la sicurezza sanitaria e le vite stesse di alcuni pazienti a rischio. Con questo rapporto vogliamo cercare di offrire una guida per lo sviluppo e per il rafforzamento dei sistemi di reporting. Ciò grazie alla condivisione delle esperienze e delle best practices”, ha dichiarato Andy Gray, uno degli autori del documento. I sistemi di monitoraggio che sono stati presi in considerazione dal report sono quelli di sei nazioni: Australia, Canada, Paesi Bassi, Slovacchia, Sudafrica e Stati Uniti. Per ciascuno sono stati analizzati i casi di penuria relativi a otto farmaci, e sono stati analizzati i meccanismi di controllo, i criteri utilizzati e le fonti di informazione sulle quali si basano. La FIP sottolinea inoltre il fatto che gli approcci risultano anche sensibilmente diversi tra loro, nonché il fatto che in alcuni casi ad aver implementato un sistema di reporting sono state le associazioni nazionali di farmacisti. Questi ultimi, ha commentato il chief executive officer della Fip, Luc Besançon, «sono sempre più preoccupati per il problema delle carenze e per questo la nostra federazione chiede da tempo che la questione venga affrontata».

© Riproduzione riservata

Clicca e Iscriviti alla Newsletter di FarmaciaVirtuale.it!