albo dei farmacistiAl fine di garantire la continuità del servizio farmacia comunale, il comune di Camerino ha pubblicato un avviso pubblico nel quale manifesta l’intenzione di costituire un elenco di farmacisti professionisti (Albo) di durata biennale (periodo 1 aprile 2016 – 31 marzo 2018) al quale poter «attingere per esigenze organizzative di carattere temporaneo: sostituzione di personale assente, necessità di soddisfare particolari esigenze straordinarie non fronteggiabili con personale interno, altre ragioni di carattere tecnico o organizzativo non prevedibili». La prestazione, prosegue l’amministrazione locale, «consiste nell’integrazione del servizio di funzionamento della farmacia comunale e precisamente nel supportare l’attività della farmacia comunale, in particolar modo attraverso il controllo delle scadenze dei prodotti farmaceutici, della regolare tenuta e gestione del magazzino con relativo carico e scarico dei prodotti, nonché la realizzazione di preparazioni galeniche (pomate, unguenti, lozioni, ecc.)».
Per poter partecipare è necessario essere titolari di partita iva, essere iscritti all’albo dei farmacisti, essere in regola con gli obblighi contributivi e gli adempimenti previdenziali, non presentare cause di esclusione ex art. 38 del decreto legislativo n. 163/2006. La domanda di iscrizione all’Albo, redatta utilizzando uno specifico modello, «dovrà essere contenuta in apposita busta chiusa firmata dal concorrente sui lembi di chiusura, riportante l’indicazione del mittente e la dicitura “Richiesta iscrizione albo di farmacisti professionisti”. Essa dovrà pervenire – a mezzo raccomandata del servizio postale, oppure mediante agenzia di recapito autorizzata (ma anche recapitata a mano negli orari di apertura) – alla sede del comune di Camerino sita in Corso V. Emanuele II, n. 17 – 62032 Camerino (MC), improrogabilmente entro e non oltre le ore 13 del giorno 29 marzo 2016, e dovrà contenere, oltre alla domanda, anche un’offerta contenente l’indicazione del prezzo orario richiesto per l’espletamento del servizio».
È proprio tale “offerta” che probabilmente farà discutere. Il comune di Camerino provvederà a formare infatti l’albo «sulla base del prezzo orario più basso offerto dai partecipanti, che pertanto costituirà l’ordine di priorità di chiamata».

Visualizza Bando

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI
FarmaciaVirtuale.it è un giornale online - registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 - concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista.  Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.

8 Commenti

  1. il Sogno europeo….si abolisce la flessibilità del cambio, e si scarica l’aggiustamento dei costi sui salari….lo chiamano il + europa, lo chiamano neoliberismo….la distruzione dello stato sociale, la dimiunzione dei diritti del salariato…

      • Nella mia Provincia, in passato quando l’Ordine ha cercato di intervenire nei confronti della ASL che assumeva farmacisti a tempo determinato (per la distribuzione diretta) con un contratto da fame o quasi, alcuni farmacisti pare che abbiano detto: fatevi gli affari vostri.

  2. Alla faccia della tanto strombazzata meritocrazia; referenze e professionalità nel cesso ; la Fofi pensa solo ai fatti suoi e a inventarsi figure professionali nuove tipo il parafarmacista oppure andare a protestare sotto il palazzo di giustizia se processano il condannato Berlusconi.
    Abolizione dell’ordibne subito che serve da trampolino di lancio politico e per dare lauti stipendi a persone che lavorano alcune ore al giorno
    Che dicono i liberi farmacisti di questa macelleria sociale che partre da Camerino ma può fare molta strada?

  3. Tutto ciò non fa altro che svalutare e delegittimare la figura del farmacista, costretto oramai a “svendersi” per poter lavorare! E’ una vergogna!
    Inoltre, proprio qualche mese fa il comune di Camerino aveva indetto un bando di concorso (Gazzetta Ufficiale IV serie speciale concorsi n. 78 del 09/10/2015) per 1 posto da farmacista collaboratore a tempo indeterminato e parziale… …e tra i partecipanti, nessuno candidato è stato ammesso alla prova orale

  4. La lobby schifosa e mafiosa dei titolari paga a contratto tutti i suoi collaboratori con 40 giorni di ferie tredicesima quattordicesima tfr gravidanze e malattie comprese…..non è poco. Ci pensino coloro che li attacca con gli scienziati della gdo.

  5. leggo con profonda amarezza l’annuncio del comune di camerino, che non contento di essere tristemente famoso per
    essere la sede di un ateneo di farmacia considerato rifugium peccatorum per “studenti” distratti, affonda la considerazione professionale di giovani laureati istituendo una gara al ribasso per poter esercitare.
    VERGOGNA, mi vergogno di essere un connazionale del dirigente o dell’assessore che ha partorito tale bando.
    Forse non sanno che in altri paesi i farmacisti sono retribuiti giustamente alla stessa stregua dei medici, essendo PROFESSIONISTI DELLA SANITA’ e non commessi laureati.

    Mi auguro che tale annuncio venga disertato dai colleghi e che avvenga uno scatto di dignita’ di tutta la nostra categoria.
    ORA BASTA.

Comments are closed.