bollini farmaceutici difettosiLa questione dei farmaci con bollini non conformi è stata al centro di numerose operazioni delle forze dell’ordine in Campania, negli ultimi mesi. Gli agenti hanno proceduto al sequestro di confezioni rinvenute presso farmacie e distributori con bollini che risultavano parzialmente cancellabili. Ora, secondo quanto riportato dal giornale online Cronache della Campania, si sarebbe verificato un “salto di qualità” nella vicenda. «Arriva la denuncia – scrive la testata campana – ai vertici dell’Istituto poligrafico e Zecca dello Stato per falso e reati satelliti. Denuncia che porterà all’iscrizione nel registro degli indagati. Tremano in quattro, ma la lista è destinata ad allungarsi». Nell’articolo si parla di «sistema che crolla» e di responsabilità da accertare anche presso le case farmaceutiche. A far scattare il tutto sarebbero stati i controlli effettuati il mese scorso negli stabilimenti dello stesso IPZS, presso le sedi di Roma e di Foggia dove si producono i caducei da applicare sulle confezioni di farmaci. Cronache della Campania fa i nomi dell’amministratore delegato dell’Istituto, del direttore generale, di quello del settore “Carte valori” e di quello dello stabilimento di Foggia. «Tra i reati contestati, quello di falso per aver prodotto e immesso sul mercato bollini privi di sicurezza e cancellabili attraverso il sistema di stampa, gestito in regime di monopolio dall’Istituto. Ma la responsabilità di quanto sta accadendo, secondo gli inquirenti, è di tutta la filiera». In questo senso, nell’articolo si parla di «sistema che crolla», nonché di ulteriori sviluppi per accertare eventuali responsabilità a carico di «case farmaceutiche, distributori e finanche rivenditori e farmacisti». Al centro della questione ci sarebbero alcuni «macchinari di stampa non adeguati». L’IPZS avrebbe tentato «da mesi» di risolvere il problema, senza successo. Occorrerà ora verificare quali sviluppi ci saranno per la vicenda, nonché eventuali repliche da parte del Poligrafico.

Aggiornamento di mercoledì 14 giugno: Replica dell’IPZS: «Un attacco al nostro istituto»

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI
FarmaciaVirtuale.it è un giornale online - registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 - concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista.  Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.