L’onorevole Gadda, prima firmataria e promotrice della legge antisprechi, riceve il premio dal Banco Farmaceutico nell'ambito della manifestazione di Cosmofarma a Bologna.

banco farmaceuticoIl 5 maggio 2017, nell’ambito dell’evento fieristico Cosmofarma 2017, è stato consegnato il premio Banco Farmaceutico all’onorevole Maria Chiara Gadda, prima firmataria e promotrice della “legge antisprechi”. Il riconoscimento è stato assegnato durante la serata di gala di Cosmofarma – evento leader, a livello europeo, per il mondo della farmacia – con la seguente motivazione: “Per avere contribuito in maniera determinante alla promozione e all’approvazione della legge 166/2016 finalizzata, tra l’altro, al recupero e alla donazione di prodotti farmaceutici a fini di solidarietà sociale, in tal modo valorizzando il sistema della donazione e incoraggiando, anche a livello istituzionale, una nuova cultura della carità”.
“Le persone che tradizionalmente sono considerate povere (che pure sono tantissime, oltre 4,6 milioni) ormai non sono più le uniche a non potersi permettere l’acquisto di farmaci. Quasi un italiano su due (46%) rinuncia a comprare medicine per ragioni economiche, mentre tra le casalinghe e i pensionati il tasso di rinuncia supera il 50%. Quanto emerge dall’indagine Nuove povertà e bisogni sanitari, realizzata da Doxa per Banco Farmaceutico, tratteggia una situazione preoccupante. La legge antisprechi rappresenta, per noi come per tutta la filiera della donazione, uno strumento per poterla fronteggiare con più efficacia”, ha dichiarato Paolo Gradnik, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

© Riproduzione riservata

Clicca e Iscriviti alla Newsletter di FarmaciaVirtuale.it!

Conversazioni

Aggiungi un commento